Archivi per la categoria ‘ASP.Net’

Disponibile la Beta 2 del framework .NET 4 su Windows Update

mercoledì, 20 gennaio 2010

La nuova versione del framework .NET (la quattro, per intenderci) è in beta testing pubblico, disponibile per il download: per chi lo desiderasse è possibile scaricare la beta 2 del nuovo framework direttamente da Windows Update. Per abilitare l’aggiornamento è sufficiente aggiunge un’apposita chiave di registro eseguendo questo comando:

[sourcecode]reg.exe add "HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\NET Framework Setup\NDP\v4B2WU" /v OptIn /t REG_DWORD /d 1 /f[/sourcecode]

L’aggiornamento non verrà scaricato, però, se avete già altre versioni beta del framework 4 installate sulla vostra macchina.
(altro…)

Design Patterns in ASP.NET

mercoledì, 26 novembre 2008

Riporto un interessante articolo sull’utilizzo dei design pattern in ASP.NET. L’autore presenta alcuni dei pattern che ritiene più utili nello sviluppo di applicazioni in ASP.NET e quindi ne presenta degli esempi di utilizzo.

I diversi pattern sono raggruppati e presentati al lettore secondo questa tassonomia:

  • Presentation Logic
    • Model-View-Controller (MVC)
    • Model-View-Presenter (MVP)
    • Use Case Controller
  • Host or Behavioral
    • Command
    • Publish-Subscribe / Observer
    • Plug-in / Module / Intercepting Filter
  • Structural
    • Service Agent / Proxy / Broker
    • Provider / Adapter
  • Creational
    • Factory / Builder / Injection
    • Singleton
  • Persistence
  • Repository

Sono certo che potrete trovare anche voi queste due pagine interessanti. Buona lettura!

Link: ASP.NET Patterns every developer should know

Rispondere con 404 in ASP.NET

venerdì, 21 novembre 2008

In Tizio&Caio ci sono diversi tipi di risorse che vengono realizzate e pubblicate per gli utenti sul sito: molte di queste, per assicurarne la qualità, richiedono di essere validate da un altro membro dello staff diverso dal creatore.

Durante questa fase la risorsa è realmente esistente all’URL in cui si troverà, ma la sua visualizzazione è limitata al solo staff, per le ragioni che ho spiegato prima. Per evitare che qualche utente malizioso possa andare alla ricerca di queste risorse facciamo in modo che, se il visitatore manca delle necessarie autorizzazioni non visualizzi un generico errore di accesso, ma un bel 404.

Fortunatamente non c’è alcun bisogno di andare a smanettare con la sezione customErrors del web.config, è sufficiente generare una HttpException:

throw new HttpException(404, “Page not found”);

Il runtime di ASP.NET rileverà l’eccezione e si occuperà del redirect alla opportuna pagina per l’errore 404.

C# vs. Ruby

sabato, 20 settembre 2008

Google Trends (per chi ha tempo di giochicchiarci un pò) può offrire degli interessanti spunti di riflessione

C# vs Ruby

Io mi sono fatto l’idea che c# è un linguaggio per lavorare, mentre ruby è ancora un qualcosa da smanettoniQui la fonte ed altre interessanti opinioni.

Attributo DebuggerBrowseable in VS

domenica, 23 dicembre 2007

Le tue classi sono piene di metodi la cui visualizzazione in fase di debugging è praticamente inutile? L’attributo DebuggerBrowsable ti permetterà di scegliere come visualizzare i membri della tua classe nella vista di Debug.

Di seguito un rapido esempio di utilizzo:

[sourcecode language=’vb’] _
Public Shared Function getGroup(ByVal idGroup As String) As SlotGroup[/sourcecode]
Per i dettagli date uno sguardo su MSDN

Pagina generata in X secondi

mercoledì, 21 novembre 2007

clock.pngQual’è il metodo migliore per indicare ai nostri visitatori quanto siamo bravi a programmare, scrivendo in fondo alle nostre paginette aspx il tempo in cui queste vengono generate?

L’idea migliore, più precisa ed efficiente, è quella di affidarsi a System.Diagnostics.Stopwatch: se lo avete già realizzato, usando però il “classico” DateTime e qualche sottrazione per ottenere un TimeSpan, sarebbe il caso che provvediate a rimpiazzare tutto il vostro accrocchio.

Stopwatch infatti è realizzata usando chiamate ad API di basso livello, con un overhead decisamente minore rispetto a qualsiasi metodo di .NET. Inoltre se la vostra configurazione hardware e software lo permette, potrete usufruire di un contatore ad alta precisione.

 

dim watch as new System.Diagnostics.Stopwatch()

watch.Start()

 

[…]

 

watch.Stop()

literal.Text = “Pagina generata in “ + watch.Elapsed.ToString() + ” secondi”

Beh, fatemi sapere quanti millisecondi avete recuperato! 😀

Utilities.NET

mercoledì, 3 ottobre 2007

Utilities.NET è una collezione di classi di aiuto e di componenti per risolvere velocemente le comuni problematiche di programmazione in .NET

La libreria contiene 117 classi, ed è frutto del lavoro di James Newtonking, che ha deciso di rilasciarla con tanto di codice sorgente.
Io l’ho scaricata e messa sul desktop, appena posso giuro che gli do un’occhiata 😀

Migrare URL dinamici (T&C: Siamo alla resa dei conti!)

giovedì, 20 settembre 2007

Dopo quasi un anno di sviluppo, 153’983 righe di codice nei linguaggi più disparati, test di ogni genere, eccetera eccetera…. finalmente si vedrà se quello per cui ho lavorato funzionerà a dovere. I frutti di tanta fatica già si vedono, avendo imparato ad usare come si deve Asp.NET: dopotutto era quello l’obiettivo con cui mi accingevo a fare questa impresa.

I problemi principali della migrazione potranno essere dati da AWStats e dagli URL della vecchia versione, che rimangono ancora validi ed indicizzati in tutti i motori di ricerca: in particolare quest’ultima problematica è quella che potrebbe causare più ripercussioni… errori in questo senso potrebbero mandare a monte anni di indicizzazione dei motori (al solo pensiero mi vengono i brividi 😐 )

Ecco come credo di aver risolto il problema:

(altro…)

Perchè sto iniziando ad apprezzare VB.NET

mercoledì, 11 luglio 2007

pc2.jpgQuando ho deciso che era arrivato il momento di trasformare T&C da un rudimentale accrocchio di file interpretati in qualcosa di più sensato (almeno dal punto di vista della software engineering) passando ad Asp.NET, la prima decisione importante che mi spettava prendere è stata quella del linguaggio da utilizzare.

Vista la facilità di portare codice dal VbScript di ASP in VB.NET ho scelto questo linguaggio, nonostante il C# sia evidentemente più elegante e meno prolisso nei costrutti.

C’è poi da dire che il Framework.Net permette la commistione di linguaggi (sebbene sia necessario separare i diversi “dialetti” in assembly diversi), quindi in futuro potrei realizzare migrazioni parziali e/o pezzi di sito o librerie interne senza difficoltà in C# con poco lavoro aggiuntivo.

Però ora devo ammettere che le idee non sono più così nitide e definite

(altro…)

Mai più ArrayList

mercoledì, 25 aprile 2007

Un’ottima cosa di Asp.NET sono le collection tipizzate: sostituendo l’utilizzo degli ArrayList con queste strutture dati possiamo raggiungere facilmente gli stessi risultati evitando tanti fastidiosi casting.

 

Per utilizzare queste collection templatizzate è necessiario importare il namespace System.Collections.Generic, che può essere importato automaticamente scrivendo quando segue nel web.config

 

<configuration xmlns=http://schemas.microsoft.com/.NetConfiguration/v2.0>

  <system.web>

    <pages>

      <namespaces>

        <add namespace=System.Collections.Generic />

      </namespaces>

    </pages>

  </system.web>

</configuration>

 

L’impaginazione non è delle migliori, causa questo sistema di publishing che devo ancora comprendere a pieno… il concetto però credo sia chiaro, no?