Articoli marcati con tag ‘conto arancio’

Calo del tasso base e conti deposito: è il momento giusto!

sabato, 5 novembre 2011

Pecunia non oletÈ notizia di pochi giorni fa il calo dei tassi di interesse della BCE: il neo-governatore Draghi ha ben pensato di abbassare il costo del denaro di 25 punti base, portandolo al valore dell’1,25%.

Potrebbero quindi essere questi i giorni più adatti in cui provvedere ad aprire un vincolo in un conto deposito, beneficiando dei tassi definiti dalle banche prima della rimodulazione del tasso base prima che abbiano il tempo di rimodularli al ribasso. Nei giorni scorsi ho fatto una verifica sui tassi attualmente offerti dai principali conti deposito, di seguito vi riporto le informazioni.

  • Conto Arancio: i nuovi clienti del conto deposito possono beneficiare del 4.20% sui vincoli a 12 mesi; inoltre ING Direct mette a disposizione anche dei PCT a 9 mesi con un tasso del 4.00%.
    (Per chi non ha mai avuto esperienza con i conti deposito è possibile farsi un idea leggendo quello che ho scritto tempo fa su conto arancio)
  • CheBanca: Oltre ai depositi vincolati, con tassi fino al 4,00% per un vincolo a 12 mesi, la banca del gruppo Mediobanca offre dei PCT a 8 mesi con un tasso del 3,90%.
  • ContoConto: l’offerta attuale è del 2.00% per 6 mesi, davvero misera considerata agli altri (pollice verso… le vecchie proposte erano di un certo livello).

E voi avete altri conti deposito da proporre, magari con offerte più allettanti?

Conto Arancio modifica il tasso base: che fare?

venerdì, 2 aprile 2010

Qualche tempo fa consigliavo ai (pochi) lettori che mi seguono di aprire Conto Arancio per avere un minimo di rendimento dai propri risparmi, magari anche approfittando di una delle numerosissime promozioni per i nuovi clienti che di mese in mese si susseguono. Ma cosa succede quando la promozione finisce e finiamo anche noi nel calderone dei “vecchi” clienti a cui non viene dedicata più tanta attenzione?

È di questi giorni la notizia che ING Direct, per allinearsi all’attuale scenario di mercato che conferma tassi ai minimi livelli (qui potete leggere comunicazione ufficiale ai correntisti) ha abbassato il tasso base di rendimento all’1.00%, contro il 2.75% offerto ai nuovi clienti in determinate condizioni.

Certo, si potrebbe obiettare che di tanto in tanto vengono proposte delle promozioni che riguardano anche noi vecchi clienti bistrattati, ma solitamente queste riguardano solo i nuovi versamenti effettuati a partire da una certa data e si protraggono per periodi estremamente limitati, al massimo di un paio di mesi.

Cosa fare allora dei nostri risparmi? Semplice… li giriamo al migliore offerente!

L’alternativa che ho scelto io è ContoConto di Banca Carige. Anche questo prodotto rientra nella categoria dei conti deposito, per cui non mi soffermerò nel descrivervi come funziona (se non sapete di cosa sto parlando fate riferimento a wikipedia).

Le differenze principali rispetto al Conto Arancio sono minime e si possono ridurre ai due punti seguenti:

  • Capitalizzazione semestrale degli interessi: anzichè il 31 dicembre gli interessi accumulati si vanno a sommare al capitale ogni 180 giorni a partire dalla data di apertura del conto (ad esempio: se aprite il conto il primo di aprile gli interessi vi vengono corrisposti il primo di ottobre e successivamente il primo di aprile dell’anno seguente).
  • Mancanza della funzionalità di alimentazione automatica: ING Direct permette di alimentare il conto deposito dal proprio conto di appoggio con dei prelievi automatici mensili, configurabili dal proprio Conto Arancio, mentre ContoConto non prevede questa funzionalità.
    In generale le funzionalità offerte dal sito ContoConto sono inferiori a quelle del Conto Arancio, ma si tratta di un peccato veniale dovuto principalmente alla giovane età del conto deposito (e poi a volerla dire tutta una volta una volta depositati i vostri denari sul conto deposito non è che ci sia molto da fare se non visualizzare di tanto in tanto gli interessi accumulati e spostare liquidità sul conto di appoggio quando se ne ha la necessità).

Per il resto il funzionamento dei due conti deposito è del tutto analogo. Diversi sono invece i rendimenti: all’1.00% lordo che la zucca offrirà dal primo maggio Banca Carige oppone un tasso promozionale del 2.50% per sei mesi, ed un tasso base dell 1.20% una volta terminata la promozione.

Qual’è il mio consiglio allora?

  1. Aprite ContoConto ed approfittate del tasso promozionale per i prossimi 6 mesi.
  2. Non chiudete Conto Arancio, ma lasciateci una cifra “simbolica”, tenetevi inoltre informati su eventuali promozioni per i nuovi versamenti: non si sa mai che qualche promozione vi spinga a riportare i vostri risparmi sotto l’ombra della zucca…

LINK: Conto Conto (sito ufficiale di Banca Carige)

PS: sia chiaro che per me Conto Arancio rimane ancora un prodotto validissimo, nonostante abbia ridotto il tasso di rendimento: 1.00% lordo senza spese, nemmeno di bollo, resta sempre meglio dello zero spaccato + spese offerto da molti conti tradizionali. Anzi, se non avete mai provato un conto deposito vi consiglio come prima scelta di indirizzarvi proprio su Conto Arancio.

Anch’io l’ho messo nella zucca

giovedì, 8 marzo 2007

Sapevate che potete ottenere un pò più dello zero per cento che la vostra banca tradizionale vi elargisce generosamente per i vostri risparmi? Io lo sapevo da tempo, ma ora ho deciso di provare con la zucca.

Conto Arancio è forse il primo conto deposito online che è stato reso disponibile sul mercato in Italia, sicuramente è il più famoso tra tutti grazie alle continue pubblicità che ne viene fatta; ING Direct inoltre è una delle maggiori banche europee, presente sul mercato da molti anni.

Stiamo parlando di un conto deposito: le operazioni che si possono compiere sono limitate (praticamente è possibile spostare liquidità da e verso il conto arancio solamente verso un conto corrente “di appoggio”), a vantaggio delle spese di tenuta (Conto Arancio è gratuito) e della sicurezza.

Vantaggi

  • I tassi di interessi offerti sono superiori alla media delle altre banche (attualmente il 3% lordo che diventano 2,19% al netto delle tasse).
  • Per i nuovi clienti sono offerti tassi promozionali: se attivati entro fine aprile si viene premiati con un tasso del 4,50% (3,285% netto) fino a fine 2007.
  • È sicuro perché permette di fare trasferimenti di denaro solo da e verso il conto di appoggio, inoltre aderisce al fondo di garanzia della Banca d’Italia.
  • Non ci sono spese di attivazione, di chiusura, non sono presenti canoni annuali nè spese per il trasferimento del denaro.

Svantaggi

  • Gli interessi vengono accreditati solo a fine anno, a differenza di quanto fanno altre banche.
  • Per i vecchi clienti vengono proposte promozioni meno “convenienti” rispetto a quelle di adesione

Altre considerazioni

I soldi depositati sul conto sono sempre disponibili: potete trasferirli sul vostro conto di appoggio in tempi relativamente brevi, che dipendono dai 2 giorni di valuta di ING Direct più i giorni di valuta che la vostra banca di appoggio vi addebita (nel mio caso si tratta di altri 2 giorni): è un fattore da tenere in considerazione se si ha la necessità dell’immediata disponibilità del denaro.

Link: Conto Arancio (sito web ING Direct)