Articoli marcati con tag ‘Foggia’

Scene di guerra a Foggia

venerdì, 6 gennaio 2012

Mi sono sempre chiesto come possa farsi male tanta gente la notte di capodanno… e come a Foggia riescano a farsi male in modo maggiore rispetto alla media nazionale.

La mattina di domenica scorsa, tornando a casa, mi sono dato una prima risposta facendo caso a quello che si trovava per strada…

.
Quel che resta di un cassonetto dei rifiuti: notate tutt’intorno parte dell’immondizia che probabilmente è stata sbalzata fuori nell’esplosione… anche il cassonetto accanto non ne è uscito proprio integro.

.
Lo stesso cassonetto, nella parte sinistra della foto si nota una vasta area di strada annerita dai resti dei rifiuti carbonizzati.

.
Un pandino che sembra appena uscito da un film di Van Damme (come avranno fatto a ridurlo così?)

.
Quello che sta bruciando è un cassonetto simile a questo con tutto il suo contenuto di plastica, dalla foto dubito che si riesca a capire.

Quali tipologie di esplosivo ad alto potenziale avranno utilizzato i colpevoli per causare questi danni, e in che quantità? Ma soprattutto, considerando la situazione economico/sociale in cui versa Foggia ormai da anni, era proprio necessario festeggiare il 2012 in questo modo?

Indietro tutta!

martedì, 1 novembre 2011

Ogni volta che torno nella città in cui sono pasciuto sono costretto ad amareggiarmi rendendomi conto che mentre il resto del mondo va avanti qui si preferisce tenere l’andatura del gambero: anzichè fare progressi si procede a piccoli e continui balzi all’indietro… in questo ponte dei morti devo constatare che:

  • Se volessi prendere l’auto per muovermi in città devo necessariamente mettere mano al portafogli, perchè qualche genio ha avuto la geniale idea di disegnare strisce blu ovunque, anche palesemente contro le normative in materia (oltre che contro ogni buon senso), facendoci guadagnare anche un pò di ridicolo a livello nazionale, che non guasta mai.
  • Se volessi volare verso Milano dovrei affrettarmi perchè dal 7 novembre i voli su tutte le tratte in partenza dal Gino Lisa saranno soppressi (con le solite motivazioni pretestuose).
  • Se decidessi di prendere un treno verso Roma già ora avrei qualche difficoltà, considerando che qualche treno l’hanno già soppresso.

Fortunatamente i foggiani sanno prenderla con filosofia, realizzando fotomontaggi come questo per sdrammatizzare una situazione che dopotutto, considerando il quadro generale, risulta essere realmente drammatica. (altro…)

Frecciargento e GSM

giovedì, 12 agosto 2010

È sconcertante come su una tratta che viene venduta dalle biglietterie trenitalia come “alta velocità” non sia possibile telefonare perchè nel tratto che va da Foggia a Caserta non c’è segnale GSM

Sarebbe il caso di trovare una soluzione, o quantomeno di mitigare questo problema se si vuole far si che la clientela dei lavoratori possa preferire il treno ad altri mezzi di locomozione. O no?

Inioranza?

martedì, 28 ottobre 2008

Come mi capita spesso (aggiungerei putroppo) ero in fila per fare un biglietto ad una biglietteria automatica della stazione di Foggia. Ultimamente in questa stazione – non ne so il motivo – ho trovato sempre chiusi gli sportelli a tarda sera, quindi alle prese con le self-service c’erano tante persone non avvezze all’uso della “tecnologia”, con le conseguenze che tutti potete immaginare.

Prima del mio turno qualcuno cerca di comprare un biglietto per La Spezia: molto attentamente inizia a pigiare i ditini sul touch screen dell’arnese.

Seleziona la stazione di partenza: FOGGIA
Seleziona la stazione di arrivo: LASSPEZIA

Stranamente (sic) il tipo non riesce a trovare la stazione di arrivo tra quelle proposte, ed inizia a manifestare la sua contrarietà:

“Oouh, e ‘cumm è che nn c stc! nn fnziun nind! ch’ cazz ouhh!  Sti ‘bbastard nn l’ann miss!!”

Fortunatamente, dopo alcuni tentativi, il tipo è riuscito a scrivere nel modo giusto il nome del luogo ove doveva recarsi.

Forse, una cartina dell’Italia per ogni self service, in certe stazioni, aiuterebbe a ridurre le file.

Gino Lisa: si riparte!

mercoledì, 1 ottobre 2008

Non sembra quasi vero… I voli Foggia-Milano Malpensa sono ripartiti, grazie alla low-cost MyAir, e le cose sembrano cambiate dal mio ultimo post.

Orari umani, due voli al giorno e prezzi da vera compagnia low-cost: che possa funzionare stavolta (almeno per qualche mese)?

Ovviamente per noi foggiani non resta altro da fare che incrociare le dita e non crederci troppo, tanto non abbiamo molto da sperare per il futuro visti i precedenti

Universitas Studiorum Foveae

domenica, 13 luglio 2008

Stasera per caso sono finito a cercare informazioni sulla mia città di origine… cercando sulla voce di Wikipedia dedicatagli ho trovato questo incoraggiante trafiletto.

Ho lasciato tutti i riferimenti collegati così potete verificare anche voi, nel caso lo desideriate, tutte le fonti.

L’Università conta circa 10.000 iscritti[9] a fronte di circa 400 impiegati tecnico-amministrativi[10] e circa 300 docenti[11]. In pratica: un impiegato statale ogni 13 studenti. Se si considera che i laureati sono un decimo degli iscritti, il risultato è vicino al rapporto di un impiegato ogni laureato (1088 laureati nel 2005 a fronte di 754 impiegati). La presenza dell’Università a Foggia non è tuttavia sufficiente a bloccare la fuga di giovani verso le altre città del nord Italia. Secondo una statistica [12] del MIUR “l’economia più martoriata ” (in tutta Italia, dall’emorragia di studenti verso altre sedi) “è quella foggiana con 40 milioni di euro regalati all’anno a Roma, Bologna e Milano”.

Che dire, in meno di 10 anni sono riusciti a mettere su un bell’apparato sprecone

Come vengono spesi i soldi a sud…

giovedì, 21 giugno 2007

Certe volte penso che gli aiuti comunitari di cui alcune zone d’italia godono (come Foggia, ad esempio) non facciano altro che peggiorare la situazione di queste zone disagiate.

I soldi, spesso e volentieri, vengono spesi senza criterio perchè se non vengono spesi debbono ritornare alla comunità europea. Questo significa progetti approssimati e messe in opera “alla carlone”, con risultati a dir poco scadenti.

A riprova di ciò vi mostro un filmato trovato su Youtube, che mostra le piste ciclabili di Foggia, realizzate qualche anno fa, che fanno bella mostra delle loro evidenti carenze.

Che ne pensate?

inviato in x-post su T&C Forum